2020/2021


PROGETTO


 Después del descanso/Dopo la pausa

Nel XVIII secolo emerge il desiderio di oziare al mare, mentre nasce il viaggio turistico moderno e il diritto a ferie pagate per la classe lavoratrice. In risposta a questi fenomeni comincia la realizzazione di architetture come stabilimenti balneari e crociere, scenari chiave per il mio progetto Después del descanso. Questo lavoro video-grafico si articolerà attraverso l’evoluzione del concetto di ozio nelle organizzazioni dedicate all’indottrinamento della classe operaia, tramite attività ricreative nel tempo libero, che sorsero nelle dittature europee del Ventesimo secolo.

Questi sistemi di controllo giocarono un ruolo fondamentale nello sviluppo del viaggio turistico, in cui ozio e lavoro dovevano essere strettamente correlati. La prima organizzazione che servì da esempio al resto fu Opera Nazionale Dopolavoro, nell’Italia di Mussolini. Nella Germania di Hitler si esportò come Kraft durch Freude (Forza attraverso l’allegria), che con un maggior investimento arrivò a diventare il tour operator più grande degli anni Trenta. Nella Spagna di Franco, e su scala minore, si creò l’organizzazione Educación y Descanso, e nel Portogallo di Salazar si tradusse come Alegria no Trabalho. La finalità di questi sistemi dedicati allo svago e alla cultura era ottenere un rendimento più alto, oltre alla devozione del lavoratore nei confronti del regime, sotto slogan come “Ora puoi viaggiare anche tu”.

La presente ricerca si tradurrà in un’opera filmica in forma di viaggio attraverso il tempo e di diverse acque, utilizzando la fiction per collegare diversi fatti storici che ci facciano riflettere sul modello di consumo turistico e il significato stesso del viaggio.

BIOGRAFIA


Irene de Andrés

Ibiza, 1986. Irene de Andrés si è laureata alla Scuola di Belle Arti dell’Universidad Complutense di Madrid (2009) dove ha fatto un Master in ricerca e produzione artistica (2010). È stata una delle artiste residenti della Escuela FLORA Ars+Natura di Bogotá (Programma di residenze artistiche A/CE 2016) e del programma The Harbor de Beta Local a San Juan di Puerto Rico (2017). Nel 2019 è stata residente nel programma per Artisti Visivi del Centro de Residencias Matadero Madrid.

Tra le borse di studio e premi che ha ricevuto vanno menzionati il premio Generaciones, Circuitos de Artes Plásticas, il Premio Ciutat de Palma, “Ayudas a la Creación Audiovisual DKV-Es Baluard” e “Ayudas a la Creación Audiovisual del Programa Visiona” della Diputación di Huesca. Le sue mostre personali più recenti hanno avuto luogo a Espai 13 de la Fundación Joan Miró di Barcellona, e al Museo Patio Herreriano di Valladolid. Il lavoro di Irene si è potuto vedere anche in molteplici mostre collettive in centri e istituzioni come il MuHKA (Museo di Arte Contemporanea di Anversa), a Casa Encendida a Madrid, alla Trienal de Frestas de Sorocaba (Brasile), alla galleria Copperfield di Londra o all’IFA Galerie a Berlino.

www.irenedeandres.com

www.vimeo.com/irenedeandres