.

 

icon_01
“L’Ascolto itinerante”
ABEL PAúL

web ita

Martedì 26 giugno alle ore 19:30 / Abel Paúl, borsista della Reale Accademia di Spagna a Roma nel presente corso 2017-2018 presenta il suo progetto finale: L’ascolto itinerante. Ognuna delle opere di questo concerto è intimamente relazionata con l’acustica e l’identità architettonica degli spazi concreti dell’Accademia. Oltre ad un processo complesso d’ascolto, il concerto implica un itinerario concreto attraverso l’edificio. L’ascoltatore incontrerà le opere lungo il suo cammino.  Ulteriori informazioni.

Ingresso libero. 

icon_02
inaugurazione “PROCESSI 145″
mostra finale di borsisti

INVITO_PROCESSI_145_ITA

Mercoledì 20 giugno alle ore 20.00 /  La Reale Accademia di Spagna a Roma inaugura, nei suoi spazi di San Pietro in Montorio, Processi 145, una mostra che presenta i progetti e i lavori realizzati dagli artisti spagnoli, italiani e latinoamericani durante la loro residenza presso l’Accademia nella stagione 2017/2018. I 23 artisti residenti di quest’anno, vincitori dell’annuale concorso indetto dal Ministero degli Affari Esteri spagnolo, sono stati chiamati a realizzare un progetto dedicato all’Italia ed in particolare alla città che li ospita, spaziando dalla Roma classica a quella contemporanea. Ulteriori informazioni.

Ingresso libero.

icon_03

ANTEPRIMA ARTESCIENZA
“MOSTRA CODICI”

Codici_2

Martedì 26 giugno alle ore 18:30 / Anteprima Festival ArteScienza  -dal 26 al 30 giugno-, propone attraverso forme espressive innovative, il nuovo concetto di  “spazio sociale” della fruizione artistica attraverso l’emozione e modi di relazione con l’opera d’arte e la musica. La mostra Codici composta da tre opere scultoreo-musicali adattive, è il risultato dello studio dei codici percettivi (visivi e sonori) e dei modi di stimolazione emozionale condotti negli ultimi anni al Centro Ricerche Musicali (CRM). Ulteriori informazioni.

Ingresso libero.

 

icon_06
BECARIOS 2017/2018

 

/    EL TEMPLETE DE BRAMANTE    /

En 1472 Sixto IV della Rovere entregó San Pietro in Montorio a su confesor, y franciscano como él, Amadeo Menes da Silva para construir un nuevo monasterio de franciscanos reformados amadeítas. Amadeo se instaló en el edificio existente, pasando mucho tiempo

/

en el espacio en que supuestamente había sido crucificado San Pedro, en el que ya existía un edificio de estructura centralizada, cayendo en éxtasis frecuentes y escribiendo allí su Apocalypsis Nova. Amadeo inició la renovación del edificio, y tras una primera ayuda del rey de Francia Luis XI…Leer más >>

 

/    PARTNERS    /