2020/2021


PROGETTO


Il progetto consiste nella composizione di un ciclo di opere per quartetto d’archi con l’obiettivo di esplorare, con un linguaggio contemporaneo, la natura polifonica degli strumenti di questa formazione. A tale scopo, si parte da uno studio sul concetto di polifonia realizzato nella scrittura per archi di Giacinto Scelsi (La Spezia, 1905 – Roma, 1988). Nello specifico, si prende in esame il suo Quartetto d’archi No. 4 (1964), la cui notazione in tablatura destina a ogni corda di ogni strumento un pentagramma e attribuisce alla formazione una marcata concezione orchestrale.

Scelsi è uno dei compositori più genuini della nostra epoca. Il suo singolare mondo sonoro e concetto di espressione musicale furono influenzati essenzialmente dalla ricerca delle filosofie orientali e dalle sue improvvisazioni con la ondiola (sintetizzatore monofonico). L’uso di questo strumento come parte significativa del suo processo compositivo sfociò in una propensione verso una notazione precisa delle trascrizioni delle sue improvvisazioni, nonché in una concezione dell’armonia distinta con una particolare presenza della microtonalità. I suoi contributi hanno influenzato in maniera fondamentale le principali avanguardie musicali del XX e XXI secolo.

La nuova composizione studierà il concetto di polifonia e lo proietterà in diversi modi verso i parametri del suono, le possibilità timbriche e tecniche degli strumenti e verso le forme di organizzazione temporale, strutturale ed espressiva. L’energia creativa si concentrerà interamente sul suono per se, vale a dire, sull’universo interno del suono.

 

BIOGRAFIA


Javier Quislant

Bilbao 1984. Comincia a studiare composizione e teoria musicale da autodidatta e contemporaneamente pianoforte, sassofono e chitarra elettrica nella scuola di musica e conservatorio locali. Ottiene il Titolo Superiore in Composizione a Barcellona e prosegue la sua formazione alla Kunst Universität Graz con il compositore Beat Furrer, conseguendo a pieni voti i titoli di Master of Arts in Composizione Musicale e Master of Arts in Composizione di Teatro Musicale.

Alcuni riconoscimenti includono la borsa di studio Beca Leonardo a Investigadores y Creadores Culturales de la Fundación BBVA 2020, Franz Schubert und die Musik der Moderne – Kompositionswettbewerb für Klaviertrio 2020, Styria-Artist-in-Residence Stipendium 2020 (Austria), XXIV Premio de Composición del Colegio de España en Paris – INAEM 2018, Musikförderungspreis der Stadt Graz 2017.

Il suo catalogo include dalle opere soliste a quelle di ensemble, orchestra, corale e l’opera da camera. Ha lavorato con gli ensemble Klangforum Wien, Ensemble Intercontemporain, Ensemble Recherche, Arditti String Quartet, Orchestra Philharmonique de Radio France. Ha partecipato a festival come Wien Modern, IRCAM ManiFeste, Gaudeamus Muziekweek, Wittener Tage für Neue Kammermusik, Musikprotokoll e Internationale Ferienkurse für Neue Musik Darmstadt.

Esplorare il suono in relazione a letteratura e cinema è uno dei suoi principali interessi artistici.

La sua musica si può ascoltare su: https://soundcloud.com/javier-quislant