I BAROJA IN ITALIA

21 SETTEMBRE 2018 – ORE 19.00

L’Accademia offre un viaggio nei luoghi italiani che hanno conosciuto i Baroja. Quell’Italia che ha influito così positivamente sul loro sviluppo personale e che ha lasciato tracce in opere come César o nada (1910) o El laberinto de las sirenas (1923), del celebre scrittore Pío Baroja y Nessi (1872-1956). Si tratta di un romanziere che ha avuto un’influenza machiavelliana controversa, oggetto di dibattito tra gli studiosi. Oltre a lui, altri membri della famiglia Baroja hanno visitato il paese del Rinascimento. È il caso dello storico e antropologo Julio Caro Baroja (1914-1995), che, sin da bambino, ascoltava canzoni italiane in un vecchio grammofono, ed è stato ospite nella stessa Accademia durante il mese di febbraio del 1980. I protagonisti della conferenza che hanno il compito di guidarci sino al mondo dei Baroja saranno Carmen Caro e  Pío Caro-Baroja, figli del documentarista Pío Caro Baroja (1928-2015), altro membro illustre della famiglia. La protesta della scuola neorealista italiana è stata una sua grande fonte d’ispirazione.
Inoltre, avremmo il piacere di accogliere l’ispanista Giovanna Fiordaliso, nel gruppo dei partecipanti alla conferenza in programma. La tappa conclusiva di questo viaggio sarà la proiezione del documentario El País Vasco de Pío Baroja, che presenterà Joaquín Ciáurriz, il fondatore della collana Baroja y yo, in cui scrittori e studiosi di letteratura spiegano il loro legame con l’opera di Pío Baroja.

Read more

I suoni di “Sanctuary”

 Mercoledì 5 settembre – 19.00 ore 

Carlos Casas introduce i suoni e la musica che ha influito il suo lavoro Sanctuary.

Torna anche quest’anno l’appuntamento al tramonto che celebra l’alleanza tra la Reale Accademia di Spagna a Roma e Short Theatre, che ha permesso negli anni di sostenere e curare la presenza di compagnie spagnole in programma al festival.

Per la preview di Short Theatre – provocare realtà, che dal 6 al 15 settembre animerà nuovamente gli spazi della Pelanda, Teatro Argentina e Teatro India, l’Accademia di Spagna a Roma presenterà un’esclusiva sessione audio mixata dal vivo dall’artista spagnolo Carlos Casas. L’artista presenterà dal tramonto fino a mezzanotte la ricerca sonora e musicale che ha sviluppato per il suo progetto Sanctuary, che sarà presentato Short Theatre, i quale restituisce i suoni registrati e raccolti in tutto il mondo, dallo Sri Lanka all’India, dal deserto di Atacama a le foreste del Nepal, introducendo così anche la musica e il suono dei film che hanno influenzato il progetto.

La sessione d’ascolto promette di essere un’esperienza coinvolgente e un eclettico viaggio sonoro verso le viscere del progetto: aspettatevi di sentire i suoni degli elefanti e strane radio frequenze raccolte sul campo che straformeranno la terrazza dell’Accademia spagnola in una sala cinematografica senza schermo.

 https://www.shorttheatre.org/

 

 

I suoni di “Sancturay”

cemetery_cartier_JUNGLESERIESII_ST_ROME

5 settembre – ore 19.30 

Per la serata di apertura della  13° ed. del festival romano The Short Theatre, la Academia presenterà un’esclusiva sessione audio mixata dal vivo dall’artista spagnolo Carlos Casas, l’artista presenterà dal tramonto la ricerca sonora e musicale che ha sviluppato per il suo progetto Sanctuary, che sarà presentato al festival, suoni registrati e raccolti in tutto il mondo, dallo Sri Lanka all’India, dal deserto di Atacama a le foreste del Nepal,  introducendo anche la musica e il suono dei film che hanno influenzato il progetto. La sessione promette di essere un’esperienza coinvolgente e un eclettico viaggio sonoro verso le viscere del progetto, aspettatevi di sentire i suoni degli elefanti e strane radio frequenze raccolte sul campo, l’atmosfera della terrazza dell’Accademia spagnola sarà trasformata in una sala cinematografica senza schermo.

Ispirato al mito del cimitero degli elefanti – un posto dove gli elefanti sanno istintivamente di andare alla fine della loro vita per morire da soli – il Santuario di Carlos Casas è un’immersione di film dal vivo che riprende temi di estinzione, comunicazione fra specie e il immaginario cinematografico. Parte film d’avventura, in parte documentario sperimentale sulla natura, la narrazione segue Nga, un elefante anziano, e Sanra, il suo mahout, nel loro viaggio attraverso una giungla nello Sri Lanka. La coppia è seguita da vicino da un gruppo di bracconieri che scompaiono uno per uno in circostanze misteriose. Spettacolo di immagine, suono e luce, la presentazione presenta un suono dal vivo e infrasuoni registrati e sviluppati dal sound artist Chris Watson in collaborazione con Tony Myatt specialista in spazializzazione del suono.

Ulteriore informazion

www.shorttheatre.org 

MorseRoma RAER (1873/2018) – Clara Montoya

Clara Montoya, residente presso la Reale Accademia di Spagna a Roma durante l’anno accademico 2015-2016, presenta -coincidendo con l’innaugurazione di PROCESSI 145-, la sua opera MorseRoma RAER (1873/2018). Si tratta di un’opera esterna che inserita nell’edificio della RAER simile a una nave, trasmette in direzione di Roma un codice morse luminoso da una delle torri dell’Accademia, con la lista dei nomi dei borsisti che ne hanno avuto residenza dalla sua fondazione nel 1873 fino ad oggi, inclusi tutti i direttori, il personali e gli ospiti che attualmente fanno parte dell’Istituzione.

L’Accademia ringrazia enormemente la generosa donazione che a sua volta, rappresenta un omaggio per tutte le generazioni di borsisti che durante questi 150 di storia hanno rafforzato l’identità della RAER e hanno reso possibile la sua crescita nella città.

Si può leggere in diretta la corrispondenza in condice alfabeto/morse, al momento del tramonto romano, con il seguente link: :Morse Roma

ANTEPRIMA ARTESCIENZA – 30 giugno

Sabato 30 giugno

http://www.artescienza.info/it/

Ore 10.00 – 13.30 
AUGMENTED – MARI KIMURA
Masterclass di composizione/interpretazione

Nella Masterclass l’artista descrive la musica, le tecniche performative (come quella dei sub armonici) e gli strumenti per il live electronics utilizzati nel concerto Electronics in Nature, per violino, violino aumentato e sensore di movimento Mugic, un sistema basato su Arduino realizzato dalla compositrice-interprete e dal media artist Liubo Borissov. Mugic analizza i movimenti e i gesti per estrarre le espressioni umane ed è stato sviluppato per essere applicato non solo al violino, o agli strumenti musicali, ma anche a qualsiasi oggetto che esegue movimenti comunicativi  espressivi.

(La masterclass si tiene in lingua inglese.)

Read more

PROCESSI 145

PROCESSI 145 – MOSTRA FINALE DEGLI ARTISTI RESIDENTI STAGIONE 2017/2018
INAUGURAZIONE: MERCOLEDÌ 20 GIUGNo 2018 ALLE ORE 20.00 

Mercoledì 20 Giugno 2018 – Martedì 18 ottobre 2018

Orari di apertura:
De martedì a domenica
dalle ore 10.00 alle ore 18.00
lunedì chiuso
INGRESSO LIBERO
Infoline: +39 06 5812806 – info@accademiaspagna.org

Read more