2022/2023


PROYECTO


La nuova violenza illustrata

Questo progetto è l’adempimento di un debito personale nei confronti dello scrittore Nanni Balestrini (1935-2019), che mi propose quindici anni fa di realizzare insieme un’attualizzazione scenografica o espositiva di alcune delle sue opere narrative scritte nel fervore degli avvenimenti politici italiani ed europei della seconda metà del secolo scorso, senza che però riuscissimo a portare a termine questa collaborazione prima del suo decesso a Roma. Il progetto al quale lavorerò nell’Academia de España, La nuova violenza illustrata, cercherà di attualizzare il romanzo di Balestrini La violenza illustrata (1976) tramite un détour in Gli affari del signor Giulio Cesare (1937-1944) di Bertolt Brecht, per realizzare un’opera che non consisterà in un adattamento in senso convenzionale, ma un’attualizzazione che mira a offrire, prendendo corpo in Italia e nella città di Roma, e partendo dalle matrici costruttive del lavoro di Balestrini, uno stato della questione sulla crisi attuale dell’Europa. La nuova violenza illustrata sarà un’opera di carattere ibrido ed espanso composta da un intertesto pensato per essere pubblicato come libro e utilizzato anche come libretto di un’interpretazione polifonica dal vivo, la cui scenografia consisterà in un polittico scritto-visivo sempre prodotto come parte di questo progetto.

BIOGRAFÍA


Marcelo Expósito

Marcelo Expósito (Puertollano, Spagna, 1966) espone il suo lavoro con regolarità dagli anni ’80, e la sua opera è stata oggetto di retrospettive recenti in luoghi come La Virreina Centre de la Imatge (Barcellona), FICUNAM 11 (Festival Internacional de Cine de la Universidad Nacional Autónoma de México) e il Museo Universitario de Arte Contemporáneo (MUAC) di Città del Messico. Ha esposto anche in mostre internazionali o istituzionali come l’Aperto ’93 della Biennale di Venezia, la 3ª Biennale d’Arte Contemporanea di Berlino, la 6ª Biennale di Taipei, la Manifesta 8 Biennale Europea d’Arte Contemporanea a Murcia, la Biennalesur di Buenos Aires, il festival Steirischer Herbst di Graz, il Festival Iberoamericano de Teatro (FIT) di Cadice, il Museu d’Art Contemporani di Barcellona (MACBA), il Museo Reina Sofía di Madrid o il Centro Galego de Artes da Imaxe (CGAI) di A Coruña. Tra le sue pubblicazioni si citano Walter Benjamin, productivista (2013), Conversación con Manuel Borja-Villel (2015) e Discursos plebeyos (2019). Ha partecipato a movimenti sociali per la radicalizzazione democratica durante tre decenni e ha svolto il ruolo di segretario del Congresso dei Deputati e di deputato alle Corti Generali spagnole durante le legislature XI-XII (2016-2019).

Web: https://marceloexposito.net/