2020/2021


PROGETTO


Il progetto si incentra sulla figura di María Teresa León (1903-1988), e il suo ruolo protagonista negli eventi della Spagna nel decennio del 1930.

León riversa in racconti, esposizioni, sceneggiature e nella sua pratica vitale, idee che mirano a essere, dalla letteratura alla politica, uno strumento per risolvere i problemi della società. La sua vita e le sue opere, sempre intrecciate, furono segnate dal suo impegno nei confronti della cultura e il progresso dei diritti sociali. Si distinguono i suoi viaggi in Europa per studiare il movimento teatrale; il suo lavoro come editrice di Octubre e Mono Azul e come organizzatrice del II Congreso Internacional de Intelectuales. Fu anche direttrice del Teatro de la Zarzuela e delle Guerrillas del Teatro durante la guerra e il suo ruolo fu fondamentale nella Junta de Incautación del Tesoro Artístico [Comitato di confisca del tesoro artistico]. La sua implicazione politica rese per certi versi invisibile la sua produzione letteraria, portandola a un oblio consolidato dall’esilio, l’abnegato sostegno al suo compagno e una storiografia che, salvo poche eccezioni, l’ha messa da parte al suo ritorno.

Degli oltre tre decenni passati in esilio, visse gli ultimi a Roma. Lì scrisse la sua autobiografia Memoria de la melancolía, in cui è evidente la sua lotta contro l’oblio, in uno sguardo costante al passato che l’ha accompagnata per tutta la sua vita, prima come rivendicazione del dover mettere nero su bianco per ricordare gli esseri anonimi e poi come modo di fissare la propria storia di vita di fronte alla perdita di memoria.

La battaglia culturale che fecero negli anni irreconciliabili di Spagna sia lei che altre voci invita a riflettere e chiedersi se esista una qualche possibilità per la cultura di uscire a testa alta dalla battaglia contro la barbarie senza poi essere assimilata e strumentalizzata.

BIOGRAFIA


Yeyei Gómez

(Madrid 1993) Disegnatrice e vignettista. Diplomata in Disegno Grafico alla Escuela Superior de Diseño di Madrid, specializzata in incisione e stampa presso la Escuela de Arte10, e Master in formazione alla docenza all’Universidad Autónoma di Madrid.

Ha pubblicato Cuaderno de clase (2019), un materiale ideato come risorsa per lavorare con studenti della scuola secondaria sulle possibilità espressive della fanzine e del fumetto; Guy (2017), un approccio in formato fumetto alla figura della cineasta francese e Naufragio Universal (2017), una collezione di vignette di riflessione sociale insignito nel 2016 del Premio Injuve.

La sua opera grafica è stata esposta nella galleria La Empírica a Granada (2017) e in altri spazi come la Sala Amadís a Madrid (2017 e 2018) o l’Antiguo Hospital de Santa María la Rica di Alcalá de Henares (2018).

La sua opera si colloca nel campo dell’illustrazione editoriale, humor grafico e cartellonismo. Partecipa regolarmente a incontri relativi all’illustrazione e al fumetto (ARF! Festival 2019, Unicomic 2018, Encuentro de Diseño y Cultura Digital 2018, Other Museums Generation 2018), e concilia il suo lavoro con la docenza in centri di istruzione secondaria e scuole di illustrazione.

www.yeyeigomez.com